• +39 0832 351264
    Lun-Ven, 9:00-13:00 / 16:30 - 20:00
  • Via San Cesario 106,
    Lecce
Close

Convegno Pubblico “La Buona Agricoltura”

L’Unione Coltivatori Italiani Provincia di Lecce, nell’ambito della realizzazione di iniziative volte al dialogo e della riqualificazione del settore primario territoriale, ha deciso di organizzare il convegno “La Buona Agricoltura”, con al centro temi cardine come Cibo, Salute, Ambiente e Territorio.

La discussione, coordinata dal Giornalista di TeleNorba Nicola Mangialardi vedrà coinvolte personalità politiche di primo piano quali l’Assessore alle Politiche Agricole di Lecce Cristian Gnoni, il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il Consigliere Regionale e Vicepresidente della Commissione Sanità Paolo Pellegrino, il Presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva e il Senatore Giorgio Costa.

Importantissimo sarà anche l’apporto di esperti e tecnici interni ed esterni all’Unione Coltivatori Italiani, tra cui il Presidente UCI Nazionale Mario Serpillo, Pinuccio Giuri, Presidente dell’UCI provincia di Lecce, il Coordinatore UCI Puglia Vito Laterza, il Dirigente SPESAL Giovanni De Filippis, il Prof. Marcello Lenucci dell’Università di Lecce e il Coordinatore Nazionale dell’Osservatorio Xilella – “Italia Nostra” Antonio Bruno.

L’evento metterà al centro le possibilità per il futuro dell’Agricoltura Salentina e degli interventi che si stanno profilando per una riqualificazione del settore che deve sì trovare le fondamenta in quella che è la storicità del territorio, basti pensare alla grande qualità delle produzioni leguminose e graminacee e soprattutto al traino vitivinicolo e oleario, ma deve anche aprirsi a nuove colture e nuovi modi di coltivare, coinvolgendo processi innovativi e mirati a una maggiore sostenibilità.

Il convegno avrà luogo Venerdì 6 Dicembre 2019, presso l’ ”Auditorium Museo Sigismondo Castromediano” a Lecce dalle ore 09:00 alle 13:00 e sarà oggetto di un servizio televisivo in onda su TeleNorba nella rubrica “I colori della nostra terra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *